Tecnologie

[AGGIORNAMENTO Dichiarazione ufficiale] Il governo degli Stati Uniti inserisce in blacklist Xiaomi, insieme ad altre 8 società cinesi

[AGGIORNAMENTO Dichiarazione ufficiale] Il governo degli Stati Uniti inserisce in blacklist Xiaomi, insieme ad altre 8 società cinesi

Il governo degli Stati Uniti continua il suo assalto alle aziende cinesi. Oggi ha inserito nella lista nera uno dei più grandi produttori di telefoni cinesi, Xiaomi, insieme ad altre 8 società negli Stati Uniti.

Segnalato per la prima volta da Reuters, Xiaomi è stata inserita in una lista nera di aziende che hanno legami con l'esercito cinese. Questa lista nera è diversa e non deve essere confusa con l'Elenco delle entità del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, che include il produttore di apparecchiature per le telecomunicazioni Huawei, ZTE e altri. L'amministrazione Trump ha recentemente aggiunto alla lista anche il famoso produttore di droni DJI.

Cosa significa questo per Xiaomi? Non sarà in grado di concedere in licenza Android come Huawei? Ostacolerà i piani dell'azienda di espandersi in Nord America? La risposta a queste domande è no. Xiaomi può importano ancora tecnologie statunitensi e vendere i suoi prodotti negli Stati Uniti senza intoppi.

Essere inseriti nella lista delle "compagnie militari cinesi comuniste" significa questo Gli investitori statunitensi "non possono più investire in Xiaomi". Non possono acquistare azioni o titoli di società in questa speciale lista nera. Se un investitore statunitense ha già una partecipazione nella società, deve cedere le proprie partecipazioni entro l'11 novembre 2021. Questo vale per tutte le nove società che sono state nominate nella lista nera aggiornata.

La lista nera e il disinvestimento sono conformi a un ordine esecutivo firmato dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump un paio di mesi fa. Xiaomi ora si unisce a artisti del calibro di Huawei, SMIC e altri sulla lista nera. Alcune di queste società cinesi sono anche nell'elenco delle entità e non possono fare affari con altri giganti statunitensi.

Il presidente eletto Joe Biden entrerà in carica dal 20 gennaio e c'è la possibilità che annulli l'ordine esecutivo. Ti suggeriamo di prendere queste informazioni con le pinze e di attendere un annuncio ufficiale. Anche Xiaomi deve ancora rilasciare una dichiarazione ufficiale sulla lista nera.

Aggiornamento 1 (15/01/2021 14:39)

In una dichiarazione ufficiale inviata a Beebom, ha detto un portavoce di Xiaomi, "L'azienda è stata conforme alla legge e ha operato in conformità con le leggi e i regolamenti pertinenti delle giurisdizioni in cui svolge le proprie attività." Xiaomi ribadisce di fornire prodotti e servizi per uso civile e commerciale.

“L'azienda conferma di non essere di proprietà, controllata o affiliata all'esercito cinese, e lo è non una "compagnia militare cinese comunista" definito nell'ambito della NDAA. La società adotterà [una] linea di condotta appropriata per proteggere gli interessi della società e dei suoi azionisti ".

Inoltre, il portavoce aggiunge che Xiaomi sta "esaminando le potenziali conseguenze di ciò per sviluppare una più completa comprensione del suo impatto sul Gruppo". Possiamo aspettarci che l'azienda condivida di più sulla situazione nei prossimi giorni.

Google lancerà Google Drive e i commenti di Google+ ad aprile
Questo aprile Google lancerà il tanto atteso Google Drive o GDrive, la versione di Dropbox di Google. Si prevede che GDrive offra solo 1 GB di spazio...
10 storie indiane che hanno creato molto scalpore su Internet questa settimana
Questa settimana ha avuto molto clamore per l'India. Mentre a Delhi è stato trovato un caso di Ebola, c'è stato anche il matrimonio del Big Khan che a...
Come colorare le foto in bianco e nero in modo semplice
Penso che tutti possiamo essere d'accordo sul fatto che le foto in bianco e nero hanno il loro fascino su di loro, e mentre alcune foto è meglio riman...