Tecnologie

Foxconn torna di nuovo sotto controllo dopo che un altro lavoratore si è suicidato

Foxconn torna di nuovo sotto controllo dopo che un altro lavoratore si è suicidato

La Cina è vista come la Shangri-la per la produzione per un semplice motivo: il basso costo del lavoro si traduce in una minore spesa di produzione. Ma questa soluzione apparentemente conveniente arriva a costo di storie spiacevoli di lavoro forzato, condizioni pericolose e privazione della forza lavoro.

Foxconn è stata recentemente confrontata da Apple per aver assunto studenti delle scuole superiori per tenere il passo con la domanda di iPhone X. Mentre Apple ha costretto Foxconn a revocare la pratica, il produttore a contratto taiwanese ha si è ingarbugliata in un'altra controversia sui diritti umani con il suicidio di un lavoratore.

Secondo quanto riferito, Li Ming, 31 anni balzò fuori dall'edificio dello stabilimento Foxconn di Zhengzhou dove viene prodotto l'iPhone X..

Questo ha scoppiò un'ondata di opposizione da parte degli organismi per i diritti del lavoro in tutto il mondo insieme ai reclami su cattive condizioni di lavoro, anche se manca un chiarimento da parte della polizia locale. Il Telegraph dice che Ming lavorava per Foxconn da due mesi e viveva nei dormitori delle fabbriche.

Ming era stato impiegato come lavoratore a contratto presso l'unità di Foxconn negli ultimi due mesi e viveva in dormitori all'interno della fabbrica. L'incidente ha riportato alla mente spettri del passato, rievocandoli precedenti episodi di suicidio negli stabilimenti di produzione di Foxconn dovuti principalmente a cattive condizioni di lavoro e cattiva gestione.

Foxconn ha una lunga storia di sfruttamento registrata. Nel 2009, un lavoratore si è suicidato dopo essere stato picchiato dalle guardie per aver smarrito un prototipo di iPhone. Nel 2010, fino a 14 lavoratori si sono tolti la vita nell'ambiente di lavoro "sfruttatore". L'anno successivo, Foxconn ha fatto ricorso all'installazione di reti per prevenire i suicidi nella sua fabbrica di Wuhan, nonostante quattro dipendenti siano riusciti a far fronte alla cattiva sorte.

La catena di montaggio dell'iPhone, Cortesia: The Guardian

Nel 2012, quasi 150 dipendenti hanno protestato sul tetto dell'edificio, chiedendo migliori condizioni di lavoro sotto la minaccia del suicidio. L'ondata di tali incidenti si è interrotta grazie allo sforzo e all'intervento di Apple, fino a quando Ming non è uscito dall'edificio. È probabile che ciò riaccenda nuovamente la controversia, soprattutto considerando la raffica di critiche lanciate di recente ad Apple su iPhone più vecchi e il maltrattamento dei clienti fedeli..

Foxconn è il il più grande datore di lavoro del settore privato in Cina con un pool di lavoro di ben 1,2 milioni di cui quasi 350.000 sono impiegati nello stabilimento di Zhengzhou. È qui che la metà degli iPhone viene assemblata alla velocità di 350 al minuto.

Pinterest ha lanciato le copertine per bacheche
Le bacheche di Pinterest ti consentono di classificare le cose che aggiungi e ora puoi anche scegliere una copertina per la tua bacheca. Secondo un r...
I 5 migliori strumenti gratuiti per l'analisi degli hashtag di Twitter
Twitter ha introdotto gli hashtag nell'agosto 2007 per raggruppare i tweet che contenevano informazioni che circondano una particolare parola chiave, ...
Come aggiungere widget su iPhone
Sebbene iOS non ci consenta di personalizzare l'aspetto della sua schermata principale, ci dà molto controllo sul pannello del widget che è lo schermo...